Lotta alla ‘ndrangheta, premiata all’estero ricercatrice calabrese

L'Università di Essex, nel Regno Unito, ha conferito ad Anna Sergi il "Research Impact Award 2018" per la "ricerca sociale ed economica ad alto impatto sulla comunità"


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

L'Università di Essex, nel corso di una cerimonia, ha conferito ad Anna Sergi il "Research Impact Award 2018"(ANSA) – CATANZARO, 22 GIU – L’Università di Essex ha conferito alla calabrese Anna Sergi il “Research Impact Award 2018” per la “ricerca sociale ed economica ad alto impatto sulla comunità”, categoria giovani ricercatori, sponsorizzato dal “Research Council” del Regno Unito.

Il premio è stato assegnato ad Anna Sergi per i suoi studi in Australia con il supporto della “Australian federal police”, interessata a capire ed a contrastare la ‘ndrangheta sul suo territorio con il fine ultimo di un cambiamento legislativo delle politiche di contrasto.

Il premio consiste in una targa e in un’assegnazione di fondi per continuare la ricerca. Il curriculum di Anna Sergi è ricco di esperienze ed il premio conferitole dall’Università di Essex non è che l’ultimo di una serie di riconoscimenti che le sono stati attribuiti dopo la laurea in Giurisprudenza a Bologna e un master in “Criminal Law, Criminology and Criminal Justice” al King’s College di Londra.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER