Colpo al clan Casamonica: 37 arresti tra Roma, Cosenza e Reggio Calabria

I destinatari dei provvedimenti sono accusati di aver costituito un'organizzazione dedita a traffico di droga, estorsione e usura con l'aggravante del metodo mafioso

Carlomagno campagna Jeep Compass dicembre 2018

operazione GramignaE’ di 31 arrestati e sei ricercati il bilancio di una maxi operazione dei Carabinieri del Comando provinciale di Roma nei confronti del “clan Casamonica”.

I militari stanno eseguendo tra la Capitale e le province di Reggio Calabria e Cosenza 37 misure cautelari in carcere, emesse dal Gip del Tribunale di Roma, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia.

I destinatari dei provvedimenti sono ritenuti responsabili di aver costituito un’organizzazione dedita a traffico di droga, estorsione e usura commessi con l’aggravante del metodo mafioso.

Per gli inquirenti il ruolo apicale di promotore è ricoperto da Giuseppe Casamonica, recentemente uscito dal carcere dopo circa 10 anni di detenzione.

All’operazione, denominata “Gramigna”, partecipano circa 250 militari del Comando provinciale di Roma con l’ausilio di unità cinofile, un elicottero dell’Arma e personale dell’VIII Reggimento “Lazio”.

I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà in mattinata presso la sede del Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma, alla presenza del procuratore aggiunto della DDA di Roma, Michele Prestipino.