Riace, Lucano batteva moneta con il “Che” da dare ai migranti

Carlomagno campagna Fiat Tipo Maggio 2019

moneta che guevara lucano riaceUna “moneta per migranti”: è una delle iniziative promosse dal sindaco di Riace, Mimmo Lucano, in favore dei migranti ospitati nel centro della Locride.

Lucano – arrestato stamane dalle fiamme gialle per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e presunti illeciti sugli appalti dei rifiuti – alcuni anni fa, s’inventò una “moneta”, sotto forma di buoni emessi dal Comune, per consentire alle centinaia di migranti ospitati a Riace di effettuare acquisti di generi di prima necessità nei negozi appositamente convenzionati con l’ente.

Ringraziandoti per il seguito, sarebbe cosa gradita un MI PIACE sulla nostra nuova pagina di Facebook

I titolari dei negozi venivano poi rimborsati dal Comune nel momento in cui arrivavano i fondi del ministero dell’Interno per l’accoglienza dei migranti. Sulle banconote coniate dal Comune, Lucano fece stampare le foto di personaggi famosi come lo psichiatra Franco Basaglia, Franca Rame e Dario Fo, Che Guevara, Martin Luter King e altri.

Sindaco Riace: Lucano creò anche "moneta per migranti"
Ansa

L’iniziativa è stata attuata in collaborazione con l’ associazione “Città futura” – ente coinvolto nell’inchiesta della procura di Locri – creata dallo stesso Lucano e gestita dalla moglie del sindaco di Riace, dalla quale si è poi separato.