Alluvione killer, sabato i funerali di Stefania Signore e i suoi figli

Carlomagno campagna novembre 2018
Stefania Signore con il figlio Christian
Stefania Signore con il figlio Christian

Si svolgeranno sabato pomeriggio, a Gizzeria, i funerali di madre e figli travolti e uccisi dalle acque a San Pietro Lametino. Le esequie della giovane Stefania Signore, e del figlio Christian, di 7 anni, erano stati fissati per oggi pomeriggio ma il ritrovamento venerdì mattina del corpicino del piccolo Nicolò ha indotto i familiari delle povere vittime a spostare i funerali a domani per celebrarli tutti insieme.

Il corpo del piccolo Nicolò, di due anni, è stato trovato stamane cinquecento metri a monte da dov’erano stati rinvenuti otto giorni addietro i corpi di Stefania e Christian. Le operazioni di ricerca dei Vigili del fuoco e della Protezione civile sono state incessanti, giorno e notte. Un lavoro svolto con grande abnegazione, e nei primi giorni in condizioni davvero proibitivi per via della spessa coltre di fango e detriti.

La ricostruzione della tragedia

Secondo la ricostruzione di quanto è accaduto, Stefania Signore ed i due figli furono sorpresi dal violento nubifragio mentre stavano rientrando in auto nella loro abitazione di Gizzeria. La donna, colta dal panico, scese dalla vettura, insieme ai due figli. La furia dell’acqua, però, le strappò dalle braccia il piccolo Nicolò e trascinò via la donna e l’altro figlio, i cui corpi furono trovati dopo alcune ore ad alcune centinaia di metri dal punto in cui fu rivenuta l’automobile della donna.

Del corpo del piccolo Nicolò si era invece persa ogni traccia, fino al ritrovamento di stamattina. Stefania Signore, nel momento in cui fu sorpresa dal nubifragio, aveva appena prelevato i figli dall’abitazione dei suoceri dopo avere finito il suo turno di lavoro in un call center.