Le mani della ‘ndrangheta sul traffico di droga, 14 arresti

Carlomagno campagna ottobre 2018

spaccio droga milanoE’ di 14 arresti il bilancio di un’operazione dei carabinieri di Corsico nelle province di Milano, Como e Reggio Calabria su mandato del gip del Tribunale di Milano su richiesta della locale procura, che contesta associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti. Si tratta di soggetti italiani e marocchini, di cui quattro già detenuti. L’operazione è denominata “Quadrato”.

Le indagini, condotte nel periodo ottobre 2017 – giugno 2018, mediante osservazioni, pedinamenti e intercettazioni (telefoniche e ambientali), nonché telecamere installate in maniera occulta, hanno consentito di individuare e disarticolare un sodalizio criminale dedito al traffico di ingenti quantitativi di stupefacenti, prevalentemente cocaina, operante nel sud-ovest della provincia di Milano, costituito ed organizzato da 4 fratelli Barbaro, ritenuti contigui per legami di parentela alla locale ‘ndrina “Papalia-Barbaro”.

L’attività investigativa scaturisce da servizi preventivi di controllo del territorio che hanno interessato l’area popolare “Quadrato”, sita tra le vie IV Novembre e Resistenza di Corsico, quartiere dove vi sono numerosi esercizi commerciali gestiti da cittadini extracomunitari e in cui si ritrovano quotidianamente pregiudicati e assuntori di sostanze stupefacenti.

Gli elementi probatori acquisiti, spiegano gli inquirenti, hanno permesso di accertare il reato associativo, con preciso organigramma e specifica suddivisione dei ruoli tra gli affiliati legati daun solido vincolo,volto alla gestione dell’intera filiera illegale del commercio di sostanze stupefacenti, con particolare riguardo al rifornimento all’ingrosso; l’individuazione di luoghi da adibire a deposito per lo stoccaggio temporaneo; l’attività di lavorazione e taglio; l’organizzazione di vendita al dettaglio delle dosi attraverso una rete di sub-spacciatori (di origine magrebina).

Nel corso dell’indagine, al fine di riscontrare le responsabilità penali dei singoli associati, sono stati operati 4 arresti in flagranza ed il sequestro di oltre 1 kg di cocaina e 1,2 kg di hashish.