Inchiesta Calabria Verde, in sei rinviati a giudizio

Il processo inizierà a marzo per i 6 rinviati a giudizio, tra cui l'ex direttore generale Paolo Furgiuele

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Inchiesta Calabria Verde, in sei rinviati a giudizio Tutti gli imputati rinviati a giudizio al tribunale collegiale di Catanzaro nell’udienza del 26 marzo 2019. Il procedimento penale riguarda l’inchiesta sull’ente in house “Calabria Verde” a carico di Paolo Furgiuele, Alfredo Allevato, Marco Mellace, Antonio Errigo, Gennarino Magnone e Emanuele Ciciarello, imputati a vario titolo per l’ipotesi dei reati di abuso d’ufficio, minaccia a pubblico ufficiale, peculato e falsità ideologica.

Calabria Verde, guidata dal commissario straordinario generale Mariggiò, si è costituita parte civile con gli avvocati Francesco Gambardella e Giusi Caliò. Anche la Regione Calabria e un ex dipendente dell’ente per la sola posizione di Alfredo Allevato si sono costituiti anche parte civile.

Il processo inizierà quindi a marzo per i 6 rinviati a giudizio che sono, l’ex direttore generale di Calabria Verde Furgiuele, il dirigente dell’economato Mellace, il dirigente Errigo, l’agrotecnico Magnone, l’allora dirigente del terzo settore Allevato e il dipendente Ciciarello. Lo ha deciso il Gup, Francesca Pizii, accogliendo la richiesta del pm d’udienza, Alessandro Prontera.

Al centro dell’inchiesta ci sono i fondi europei che sarebbero dovuti servire per l’acquisto di mezzi antincendio boschivi, per la messa in sicurezza dei corsi d’acqua e per i rischi di frane in Calabria e che sarebbero stati, invece, distratti per scopi ben diversi, compresi alcuni viaggi con pernottamenti a Roma e la ristrutturazione della casa di Furgiuele ad Amantea.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM