Omicidio Sissy, spunta lettera dell’agente: “Quì accadono fatti gravi”

Carlomagno Lancia Ypsilon ibrida Giugno 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Sissy Trovato Mazza
Sissy Trovato Mazza

Spunta una lettera scritta in stampatello da Sissy Trovato Mazza che avvalorerebbe la tesi secondo la quale l’agente penitenziaria di origini calabresi in servizio nel carcere femminile di Venezia, morta il 12 gennaio dopo due anni di agonia, potrebbe non essersi suicidata, come sostengono gli stessi familiari.

In un foglio vergato a mano e indirizzato alla direzione del penitenziario si legge: “la sottoscritta informa che negli ultimi giorni sono stata avvicinata da molte detenute che hanno raccontato fatti gravi che riguardano le mie colleghe”.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM