Occhiuto forza la mano per le regionali: “Sono io il modello Calabria”

Il sindaco di Cosenza rilancia la sua candidatura a governatore nonostante il centrodestra sia diviso sul suo nome

Carlomagno campagna Fiat 500 aprile 2019
Mario Occhiuto
Mario Occhiuto

Il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto forza la mano in vista delle prossime elezioni regionali di novembre in Calabria e rilancia la sua candidatura a governatore nonostante le frizioni all’interno del centrodestra, coalizione, con in testa i catanzaresi (per esempio i forzisti Aiello e Abramo, nonché la meloniana Ferro, e in particolare la Lega) che non ha ancora deciso chi candidare. In ogni caso Occhiuto, evidentemente forte dell’investitura del partito cosentino e in parte calabrese (l’azzurra Santelli, sua vicesindaco a Cosenza) intende presentare il suo “modello” per la Calabria in una convention che terrà sabato 13 aprile nel centro agroalimentare di Lamezia terme.

“Ho una proposta nuova da sottoporre all’attenzione dei calabresi, a coloro che si riconoscono nei partiti della coalizione di centro destra, a cominciare da Forza Italia – ma spiega Occhiuto in una nota – anche da tutti coloro che, pur non riconoscendosi nei partiti, vogliono diventare protagonisti della costruzione di un’altra Calabria”.

Mario Occhiuto invita “i cittadini di tutte le province calabresi a esserci, le donne e gli uomini, i militanti di pensiero, gli azionisti di idee, che vogliono ascoltare quanto ha da proporre, in modo da costruire insieme un programma e percorrere così un cammino comune di trasformazione”.

“Non una candidatura al buio, la mia – prosegue Occhiuto – ma con una ben definita identità e un ben definito patrimonio nell’esperienza amministrativa sul territorio. Sulle mie proposte voglio quindi avviare un vasto confronto con i partiti, con la gente, con i territori che rappresentano attraverso le loro specificità la ricchezza della Calabria. È mia intenzione aprire una fase di dialogo e di discussione con i partiti della coalizione, con le categorie sociali, i singoli cittadini che potranno partecipare attivamente, da protagonisti, e che potranno dar vita a liste civiche, con l’obiettivo di costruire un programma condiviso ed arricchito da tanti contributi concreti e realizzabili”.

Bisognerà ora capire le reazioni degli alleati. L’appuntamento è comunque per sabato 13 aprile alle 9,30 nel Centro agroalimentare della zona industriale di Lamezia Terme.