Allevatori scomparsi, trovata l’auto bruciata ed effetti personali. Si teme il peggio

I carabinieri hanno trovato l'auto carbonizzata a San Mauro Marchesato mentre oggetti dei Manfreda rinvenuti a Mesoraca. Ipotesi lupara bianca. Indagini e ricerche serrate

Carlomagno Jeep Compass Sett. 2020 Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb

Scomparsa Rosario Manfreda Salvatore ManfredaSi affievoliscono le speranze di ritrovare in vita i due allevatori, Rosario e Salvatore Manfreda, padre e figlio di 68 e 35 anni, misteriosamente scomparsi il giorno di Pasqua a Petilia Policastro, centro del Crotonese. Si teme che i due uomini siano rimasti vittime di “lupara bianca”, ossia uccisi e i loro corpi fatti scomparire nel nulla.

I carabinieri, insieme ai colleghi del nucleo cinofili di Firenze, riferisce una nota del comando provinciale pitagorico, hanno rinvenuto la loro auto, una Ford Maverick, totalmente carbonizzata in località Caravà, a San Mauro Marchesato. Era la vettura con la quale sarebbero dovuti andare nel loro allevamento ma non hanno fatto più ritorno.

I militari, setacciando una vasta area hanno inoltre rinvenuto a Mesoraca, in località Sant’Antonio, oggetti personali riconducibili agli scomparsi nonché materiale biologico sul quale sono in corso specifici accertamenti. Le ricerche continueranno nei prossimi giorni anche con l’ausilio di unità cinofile del Nucleo di Bologna.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb