Oltre 50 migranti con un veliero a Crotone, arrestati gli scafisti

Sono 54 tutti uomini di nazionalità pakistana. Gli immigrati per fare traversate via mare da Grecia e Turchia pagano i trafficanti di esseri umani da 5 fino a 7mila euro a testa

Carlomagno campagna Fiat Gamma 500 L settembre 2019
Oltre 50 migranti con un veliero a Crotone, arrestati gli scafisti
Archivio

Cinquantaquattro migranti, tutti uomini, e tutti di nazionalità pachistana, sono sbarcati nel porto di Crotone dopo essere stati soccorsi, la notte scorsa, da un pattugliatore della Guardia di Finanza al largo delle coste di Isola Capo Rizzuto, nel Crotonese.

Due cittadini russi, ritenuti gli scafisti dell’imbarcazione, sono stati arrestati. I migranti, che erano a bordo di un veliero battente bandiera statunitense alla deriva, sono stati raggiunti da due unità navali dei Roan di Vibo Valentia e una del Roan di Taranto.

L’equipaggio di uno dei pattugliatori ha prima avvicinato e poi trainato il veliero fino a portarlo nel porto della città calabrese. I migranti sono stati fatte sbarcare e successivamente sono stati condotti nel centro di accoglienza di Sant’Anna di Isola Capo Rizzuto. Dalle prime informazioni raccolte i migranti sarebbero salpati da Bodrum, in Turchia.

Secondo quanto emerso da precedenti indagini, gli extracomunitari per fare traversate via mare da Grecia e Turchia per le coste calabresi pagano i trafficanti di esseri umani da 5 fino a 7mila euro a testa.