Europee, clamoroso: la Lega è prima anche a Riace e Lampedusa

Nei due centri simbolo dell'accoglienza è boom del partito di Salvini che nell'isola ottiene il 45,8%, mentre a Riace primo posto con il 30,7%. Il ministro: "Quella sui migranti sarà la prima battaglia in Europa",

Carlomagno Fiat City Car elettrtica Maggio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
L’ex sindaco di Riace Mimmo Lucano (Ansa)

A Riace e Lampedusa, i due comuni simbolo della questione migranti e al centro delle polemiche negli ultimi mesi, la Lega vince ed è il primo partito.

Nell’isola di Lampedusa e Linosa, al centro del fenomeno migratorio, il partito di Matteo Salvini ottiene il 45,85%, più del doppio del Pd che tra i candidati a Strasburgo lancia Pietro Bartolo, il medico dei migranti. Il M5s si ferma a quota 16,83%, Forza Italia all’8,23%. Gli altri sono sotto la soglia di sbarramento.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

La Lega ottiene un clamoroso 30,75% di preferenze a Riace, il comune del reggino guidato fino a pochi mesi fa da Domenico Lucano e noto in tutto il mondo per il modello di accoglienza ed integrazione dei migranti che vi si praticava.

Dopo la Lega si piazza il Movimento 5 Stelle con il 27,43 e il Pd con il 17,39%. Lucano,  sottoposto al divieto di dimora nell’ambito dell’inchiesta su presunte irregolarità nella gestione dei migranti, è candidato al consiglio comunale.

Salvini: “Quella sui migranti sarà la prima battaglia in Europa”

“A Riace e Lampedusa la Lega è primo partito. Evidentemente la richiesta di una migrazione regolare, qualificata, positiva è volontà degli italiani, non solo un capriccio di Salvini”: lo ha detto il segretario della Lega Matteo Salvini in conferenza stampa nella sede del partito in via Bellerio aggiungendo che “la prima battaglia in Europa che andremo a condurre e vincere” è questa. Sono, ha aggiunto, “i due comuni che la sinistra ha scelto come simbolo”.

Il vicepremier e ministro dell’Interno risulta il più votato in assoluto a livello nazionale superando, in tutte le circoscrizioni, i 2,2 milioni di voti personali. Nell’Umbria, roccaforte “rossa”, il Carroccio sfonda e diventa anche lì il primo partito: dal 2,5 al 38%.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM