Oliverio attacca il PD su voci possibili misure cautelari

Carlomagno campagna Fiat Gamma 500 L settembre 2019
Mario Oliverio
Mario Oliverio

“Fa molto male apprendere in queste ore che in alcuni ambienti del mio stesso partito (il Pd, ndr) si fanno circolare, in modo ignobile, voci infamanti sul mio conto. Paventano, addirittura, che sarebbero in arrivo provvedimenti cautelari nei miei confronti”. Lo ha detto il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, a conclusione di un’iniziativa a Cirò Marina.

“Parlano – spiega – come se esistesse una sorta di filo diretto di alcuni personaggi con le Procure. E’ un fatto grave, un’offesa che lede e mortifica la mia dignità, la mia storia e la mia pulizia interiore”.

“La mia vita – ha aggiunto – è stata sempre improntata a grande rigore morale e non può essere oggetto di gossip alimentato da calunnie e menzogne. Ci sono problemi sulla mia ricandidatura? Non devo essere più ricandidato? Si dicano i motivi che stanno alla base di questa contrarietà. La battaglia politica non si conduce gettando fango sulle persone, dicendo e non dicendo, pronunciando frasi a metà o diffondendo calunnie e false verità”.