Agguato nel Vibonese, feriti due giovani

Carlomagno Nuova Jeep Compass Aprile 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Agguato nel Vibonese, feriti due giovaniAgguato nella notte nel Vibonese. Una persona al momento ignota, a Piscopio, ha  sparato diversi colpi di arma da fuoco contro due giovani del posto di 21 e 23 anni, Salvatore Battaglia e Giovanni Zuliani, il primo ferito gravemente, mentre il secondo centrato alle gambe. Entrambi sono ricoverati negli ospedali di Catanzaro e Vibo.

Dalle prime informazioni l’agguato è avvenuto intorno all’una di notte nei pressi della villa comunale. Sul tentato duplice omicidio indagano i carabinieri del comando provinciale e della compagnia di Vibo Valentia.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Battaglia e Zuliani, già noti alle forze dell’ordine, sarebbero imparentati tra loro e in passato coinvolti in indagini sulla criminalità del posto. Secondo quanto scrive “Il Vibonese”, i due feriti sono entrambi cugini di Rosario Battaglia e Rosario Fiorillo, ritenuti ai vertici del clan dei Piscopisani ed attualmente detenuti in quanto condannati in primo grado all’ergastolo per l’omicidio (settembre 2011) del boss di Stefanaconi Fortunato Patania, e poi per l’operazione antimafia “Rimpiazzo”, scattata nell’aprile scorso contro il “locale” di ‘ndrangheta dei Piscopisani.

Secondo quanto scrive l’Ansa, Giovanni Zuliani è il fratello di Antonio Zuliani, condannato per l’omicidio di Francesco Fiorillo, avvenuto nel 2015 a Longobardi, frazione di Vibo Valentia. Sul movente dell’agguato i carabinieri, al momento, non escludono alcuna ipotesi.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM