Piscopio, festa patronale “blindata” dopo l’agguato di ieri notte

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
Ansa

Festa patronale “blindata” a “Piscopio” di Vibo Valentia dopo il duplice tentato omicidio di cui sono rimasti vittime, nella tarda serata di venerdì scorso, in un parco pubblico della cittadina, due giovani, Salvatore Battaglia, di 21 anni, e Giovanni Zuliani, di 23, rimasti entrambi feriti.

Il concerto di Anna Tatangelo, che ha concluso la festa, si è svolto ugualmente, malgrado quanto é accaduto venerdì sera, ma in presenza di un massiccio spiegamento di forze dell’ordine.

“Il personale della Questura di Vibo Valentia – ha detto il questore Annino Gargano – ha presidiato la piazza principale di Piscopio per garantire la sicurezza dei tanti partecipanti”. Lo spettacolo si è svolto regolarmente in presenza di alcune centinaia di persone, che hanno riservato ad Anna Tatangelo una calorosa accoglienza.

Intanto, sono serrate le indagini dei carabinieri di Vibo sul tentato duplice omicidio di ieri notte in cui sono rimasti feriti i due giovani, Battaglia e Zuliani. Nessuna pista viene al momento esclusa, anche se le ipotesi degli investigatori si concentrano su un possibile regolamento di conti all’interno della criminalità locale.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER