Era calabrese uno dei vigili morti nell’esplosione in Piemonte

Originario di Reggio Calabria, Antonio Candido era entrato da poco nel corpo. Il padre era stato caporeparto dei pompieri reggini

Carlomagno campagna Jeep Cherokee Novembre 2019
Antonio Candido, uno dei tre Vigili del fuoco morti in Piemonte

Era originario di Reggio Calabria Antonio Candido, di 32 anni, uno dei tre vigili del fuoco morti nell’esplosione di un edificio disabitato avvenuta nella notte a Quargnento, nell’Alessandrino.

Candido, entrato da poco nel Corpo dei Vigili del fuoco e assegnato al Comando provinciale di Alessandria, era figlio di un vigile del fuoco, Angelo, caporeparto in servizio nel Comando provinciale di Reggio Calabria. Il giovane si era sposato ad agosto del 2018. Anche una sua zia lavora negli uffici amministrativi del Comando provinciale di Reggio Calabria.

La famiglia Candido risiede nel quartiere “Spirito Santo” di Reggio Calabria. Il padre della vittima, appena appresa la notizia, è partito per il Piemonte.