Frecciarossa deragliato, interrogatorio per i 5 operai indagati

Carlomagno Jeep Compass Sett. 2020 Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb

Si terranno nel pomeriggio negli uffici Polfer di Piacenza gli interrogatori a cura della Procura di Lodi ai cinque dipendenti di Rfi che nella notte prima del deragliamento del Frecciarossa 1000 erano al lavoro al posto movimento di Livraga e che sono indagati per disastro colposo, omicidio colposo plurimo e lesioni colpose.

Gli operai indagati hanno tra i 30 e i 40 anni e l’azienda fornirà loro difensori di fiducia. L’iscrizione nel registro degli indagati è “un atto necessario per lo svolgimento, in forma garantita, degli accertamenti tecnici irripetibili”, spiega la Procura di Lodi.

I consulenti, che riceveranno il formale incarico lunedì, dovranno svolgere, “al più presto, le attività irripetibili volte a accertare la funzionalità dello scambio e di tutti i dispositivi a esso collegati” riguardo al Frecciarossa deragliato.

Nell’incidente sono morti i due macchinisti tra cui Giuseppe Cicciù, cinquantenne originario di Reggio Calabria. “Pilota” ferroviario di grande esperienza sui treni ad alta velocità.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb