Timbrava e poi andava via. Arrestato medico dell’Asp di Catanzaro


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Timbrava e poi andava via. Arrestato medico dell'Asp di Catanzaro in servizio a LameziaLAMEZIA TERME (CATANZARO) – Timbrava il cartellino ma poi tornava a casa per sbrigare affari personali e privati. Un medico dipendente dell’Asp di Catanzaro addetto al servizio vaccinazioni a Lamezia Terme, Vittorio Cristaudo, è stato arrestato e posto ai domiciliari dai finanzieri del Nucleo mobile del Gruppo di Lamezia Terme per truffa aggravata e falso a danno del pubblico ente d’appartenenza.

Il medico, secondo quanto riferito, è stato sorpreso in flagranza di reato. Dopo avere timbrato il cartellino è tornato a casa e quando i finanzieri sono andati a trovarlo hanno accertato che era assente dal lavoro per motivi personali e privati.

I finanzieri, tra l’altro, controllavano il medico già da una settimana riscontrando che le assenze erano ripetute e sempre per motivi personali e privati. Una situazione, secondo gli investigatori, confermata dalle indagini condotte negli uffici amministrativi dell’Asp, dove il dirigente da cui dipende il medico non avrebbe saputo fornire spiegazioni plausibili per le assenze. (Ansa)


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER