Morte di un neonato a Soverato, a processo tre medici


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

ospedele SoveratoTre medici dell’ ospedale di Soverato, nel catanzarese, sono stati rinviati a giudizio dal gup del Tribunale di Catanzaro, Barbara Saccà, con l’accusa di omicidio colposo per la morte di un neonato, Matteo Zangari, avvenuta nel settembre del 2014 quattro giorni dopo la nascita.

I medici rinviati a giudizio, per i quali l’inizio del dibattimento è stato fissato per il prossimo 25 settembre, sono il primario del reparto di Ostetricia e ginecologia Domenico Perri ed i medici in servizio nello stesso reparto Tommaso Gioffrè ed Ettore Falvo.

Il piccolo Matteo era nato nell’ospedale di Soverato, da dove era stato dimesso in buone condizioni di salute. Quattro giorni dopo i genitori, preoccupati per il suo pianto continuo, avevano riportato il neonato nell’ospedale di Soverato, da dove poi era stato stato trasferito con urgenza a Catanzaro. Poche ore dopo era sopraggiunto il decesso del neonato. L’inchiesta che ha portato ai rinvii a giudizio era stata avviata sulla base di una denuncia dei genitori del neonato.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM