Dramma nel Lametino, il giovane Giovanni Gugliotta muore in un incidente


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
Giovanni Gugliotta
La vittima, Giovanni Gugliotta

Un giovane di 22 anni, Giovanni Gugliotta, originario del vibonese, è morto in un grave incidente stradale verificatosi all’alba di oggi sulla statale 18, nei pressi del Centro meccanografico postale di San Pietro Lametino (zona industriale), in provincia di Catanzaro.

Secondo una prima ricostruzione, la Peugeot su cui viaggiava Gugliotta, per cause che sono in via di accertamento, è sbandata sul rettilineo ed è finita fuoristrada. A seguito del ribaltamento, il ventiduenne è stato sbalzato fuori dall’abitacolo. L’incidente è avvenuto prima delle 6 di domenica mattina. Insieme al giovane non c’erano altre persone.

Sul posto sono giunti i sanitari del 118 che hanno trovato a qualche metro di distanza dall’auto il corpo ormai senza vita del povero ragazzo. Intervenuti pure i Vigili del fuoco, personale l’Anas, nonché la Polizia stradale per i rilievi del caso.

IL LUOGO DELL’INCIDENTE

La vittima era di Montesoro, frazione di Filadelfia, centro in provincia di Vibo Valentia. La morte di Giovanni ha scosso tutta la comunità locale dov’era molto conosciuto e ben voluto. Sotto choc parenti, amici e conoscenti.

incidente Giovanni Gugliotta
L’auto distrutta su cui viaggiava Giovanni Gugliotta (frame video News&Com)

IL RICORDO SU FB
“È una giornata triste, assurda nella sua notizia, sei stato e sarai sempre l’amico di tutti…la tua allegria..la tua gioia saranno sempre nei nostri cuori…”Vola adesso…vola tra coriandoli di cielo” …ciao Giovanni Gugliotta ..tutta la comunità di Montesoro si stringe al dolore della famiglia Gugliotta”, è scritto in un post dedicato a lui su Facebook dagli amici della sua frazione.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER