Minaccia e perseguita l’ex convivente, in carcere 29enne lametino

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

polizia arresto della volanteGli agenti della Squadra Volante del Commissariato di Lamezia Terme hanno arrestato un giovane lametino 29enne, con precedenti per droga, perché ritenuto responsabile di stalking. Il giovane avrebbe continuato a maltrattare e tenere comportamenti minacciosi nei confronti della ex convivente.

Gli agenti intervenuti mercoledì presso l’abitazione della donna, che aveva richiesto l’intervento al 113, ha trovato l’uomo che stava sferrando pugni e calci alla porta d’ingresso e, al contempo, inveiva con frasi offensive, oltraggiose e minacciose nei confronti dell’ex compagna.

Bloccato l’uomo, la donna ha riferito ai poliziotti che quello in atto era l’ennesimo episodio di violenza dei molti subiti e che, temendo il peggio per la sua incolumità, nell’ultimo periodo era stata costretta ancora una volta a mutare le proprie abitudini di vita e trovare con maggiore frequenza rifugio presso la casa della propria madre.

L’ex convivente era stato allontanato mesi addietro dalla casa familiare con la prescrizione di non avvicinarsi ai luoghi frequentati da lei e dei suoi familiari, ma, nonostante lui avrebbe continuato ad importunarla e molestarla sia presso l’abitazione che sul luogo di lavoro.

Dall’attività investigativa sarebbe emersa la condotta persecutoria del presunto stalker. In più occasioni, si erano resi necessari interventi da parte della Polizia e dei Carabinieri, presso l’abitazione della vittima a seguito di reiterati comportamenti minacciosi ad opera dell’ex convivente.

Sulla base degli elementi raccolti e considerata la pericolosità il 29enne è stato tratto in arresto per il reato di stalking e su disposizione del pm di Lamezia Terme è stato condotto presso la casa circondariale di Catanzaro.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM