Omicidio avvocato Ciriaco, tutti assolti gli imputati

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

aula giustizia processo
(ANSA) – CATANZARO, 29 SET – Il gup del Tribunale di Catanzaro Giovanna Gioia ha assolto per non aver commesso il fatto, a conclusione del processo con rito abbreviato, i quattro imputati del processo per l’omicidio dell’avvocato Torquato Ciriaco, ucciso il primo marzo del 2002 a Lamezia Terme.

L’assoluzione riguarda le tre persone accusate dell’assassinio, Tommaso Anello, presunto esponente dell’omonima cosca della ‘ndrangheta, ed i fratelli Vincenzino e Giuseppe Fruci, ed il collaboratore di giustizia che li accusava, Francesco Michienzi.

Per Anello ed i fratelli Fruci il pm della Dda di Catanzaro, Elio Romano, aveva chiesto la condanna all’ergastolo, mentre per Michienzi erano stati chiesti dieci anni.

Secondo la tesi sostenuta dall’accusa, Ciriaco sarebbe stato ucciso perché intenzionato ad acquistare un’azienda edile che la cosca Anello voleva che finisse ad un imprenditore già sottoposto ad estorsione.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER