Soverato, in fiamme capannone cantieri nautici Ranieri. Titolare: “Nessun corto”

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

incendio Cantieri nautici RanieriSOVERATO (CATANZARO) – Un capannone dei cantieri nautici Ranieri, in località Turrati, a Soverato, è stato distrutto da un incendio divampato per cause che, dalle prime informazioni, sarebbe di natura accidentale.

Il fatto è avvenuto nelle prime ore di domenica pomeriggio 7 gennaio. Sul posto sono intervenute alcune squadre dei vigili del fuoco di Catanzaro, che hanno circoscritto l’incendio limitando al massimo i danni.

I carabinieri hanno avviato le indagini. Dai primi rilievi tecnici l’ipotesi prevalente sarebbe quella di un corto circuito: nei pressi del capannone andato in fiamme non sarebbero presenti tracce di liquido infiammabile.

Ranieri: “Nessun corto circuito, energia staccata da comando principale”

Ipotesi, quella del corto, smentita da Giuseppe Ranieri, proprietario e vice presidente regionale Confapi Calabria della filiera Nautica che in merito al rogo su fb ha scritto: “Sta circolando una notizia non corrispondente alla realtà. Non c’è stato alcun corto circuito in quanto nel capannone interessato dall’incendio, l’energia era staccata dal comando principale. Ciò è emerso dalla verifica effettuata in mia presenza dai Carabinieri, unitamente ai Vigili del Fuoco. Non credo che sia il momento di escludere nessuna ipotesi”.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM