Bambino salvato in extremis all’ospedale di Lamezia Terme


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Ospedale Giovanni Paolo II Lamezia TermeUn bambino di tre anni, giunto nel pomeriggio di Pasquetta nel Pronto soccorso dell’Ospedale Giovanni Paolo II di Lamezia Terme in condizioni molto critiche, ha avuto salva la vita grazie al tempestivo intervento dei sanitari della struttura sanitaria.

Arrivato nel Pronto soccorso, infatti, il piccolo è stato sottoposto a radiografia che ha fatto rilevare un versamento pleurico e una polmonite. La consulenza pediatrica ha evidenziato inoltre la presenza di un problema cardiaco.

L’aggravamento del quadro clinico e l’impossibilità a trasferire il paziente in altre strutture hanno reso necessaria l’effettuazione in ospedale di un drenaggio che ha consentito un’adeguata ossigenazione e il superamento della fase di maggiore perciolosità. Successivamente, dal momento che in Calabria non esistono strutture cardiochirurgiche pediatriche, il bambino è stato trasferito nell’ospedale San Vincenzo di Taormina dove si trova attualmente ricoverato.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER