Aggredisce cognato per “scippargli” i figli, nei guai un rom

La vittima è un lametino sposato con la sorella dell'aggressore. La donna era andata via da casa mandando il fratello a "recuperare" i bambini, ma il padre si è opposto

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Commissariato Polizia Lamezia TermePersonale del Commissariato della Polizia di Stato di Lamezia Terme ha denunciato una persona di etnia Rom di 43 anni, che abita a Catanzaro, per lesioni aggravate. L’uomo si è recato nell’abitazione del cognato – un lametino che aveva sposato la sorella dell’aggressore – con la pretesa di prelevare i nipotini e di condurli dalla madre che si era allontanata dall’abitazione familiare da alcuni giorni.

Il lametino si è rifiutato di consegnare i minori ed allora l’indagato ha aggredito il cognato spingendolo. Cadendo l’uomo ha battuto la testa e, soccorso dai medici del locale ospedale, è stato giudicato guaribile in 21 giorni.

Durante l’aggressione, in soccorso del lametino è intervenuto il fratello, anche lui aggredito dall’indagato con una sedia. Le immagini dell’impianto di video sorveglianza hanno permesso agli investigatori della polizia di ricostruire l’accaduto e di denunciare l’autore alla Procura.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER