Aggredisce la moglie e la caccia via di casa con la bimba, arrestato

Un marocchino è finito in manette per maltrattamenti. Lei lo aveva più volte denunciato. In passato l'aveva minacciata con una mannaia e le aveva rotto il naso con un pugno

Carlomagno Lancia Ypsilon ibrida Giugno 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

maltrattamentiHa aggredito la moglie, poi l’ha cacciata di casa insieme alla figlia di appena 11 mesi. Un 32enne di origine marocchina è stato così arrestato per maltrattamenti in famiglia dagli agenti del Commissariato di Lamezia Terme della Polizia di Stato.

Gli agenti sono intervenuti dopo una richiesta di soccorso ed hanno trovato la donna – anche lei di origine marocchina – con la figlia in braccio, al freddo, riparata sotto la tettoia di un supermercato. La donna e la piccole sono soccorse da un’ambulanza e portate in ospedale.

Andati a casa, gli agenti hanno trovato l’uomo che dormiva a letto e avvertito un forte odore di alcool. Applicando il protocollo operativo Eva, predisposto dalla Polizia a tutela delle vittime di violenze familiari, l’uomo è stato arrestato. Gli agenti hanno infatti accertato che la donna aveva più volte denunciato i comportamenti violenti dell’uomo che in passato l’aveva anche minacciata con una mannaia e le aveva rotto il naso con un pugno.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM