Lamezia, saccheggiato ripetitore Vodafone. Refurtiva era nel campo Rom


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Lamezia, saccheggiato ripetitore Vodafone. Refurtiva era nel campo Rom

Batterie di alimentazione dedicate alle operazioni di backup per un valore stimato di circa 10.000 euro. Questo il bottino portato a casa dai malviventi che hanno “depredato” una delle stazioni radio base della società Vodafone sito a Lamezia Terme, i noti ripetitori dotati di antenna a settore ricetrasmittente che servono i terminali mobili degli utenti coprendo una determinata area geografica fornendo il segnale di rete.

I carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme hanno avviato immediate ricerche partendo proprio dal luogo del furto e battendo tutte le vie di fuga plausibili che avrebbero potuto percorrere i malfattori. A poche centinaia di metri dal citato ripetitore, però, sorge l’ormai famoso campo Rom di Scordovillo, uno fra i più grandi del meridione, spesso oggetto di attenzione da parte delle forze dell’ordine.

Proprio qui si sono concentrati gli sforzi dei militari che hanno rastrellato le zone del citato insediamento potenzialmente idonee a celare la refurtiva in disamina e, abilmente occultate sotto strati di detriti e lamiere, sono state rinvenute le costose batterie, recuperate e restituite alla società proprietaria.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER