Lamezia, Consiglio di Stato conferma scioglimento. Si vota il 10 novembre

Carlomagno campagna Jeep Compass Ottobre 2019
Comune di Lamezia Terme
Il municipio di Lamezia Terme

Si tornerà alle urne il 10 novembre a Lamezia Terme per l’elezione del sindaco e del Consiglio comunale. A stabilirlo è la sentenza del Consiglio di Stato che ha confermato lo scioglimento degli organi amministrativi della città. L’udienza di merito, in seduta pubblica, si era svolta lo scorso 19 settembre.

I giudici di Palazzo Spada hanno accolto, infatti, il ricorso presentato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministero dell’Interno e dalla Prefettura di Catanzaro contro la sentenza del Tar dello scorso Febbraio che aveva, temporaneamente, fatto tornare in carica l’ex sindaco Paolo Mascaro, del centrodestra, eletto nel giugno del 2015.

Il Comune di Lamezia Terme, al terzo scioglimento per infiltrazioni mafiose, era stato commissariato nel 2017. In precedenza analoghi provvedimenti di commissariamento erano stati adottati nel 1991 e nel 2001. L’eventuale turno di ballottaggio si svolgerà il 24 novembre.

Intanto, l’ex sindaco Paolo Mascaro, che non ha mai accettato lo scioglimento, ha fatto sapere di ricandidarsi alla guida del comune lametino mettendosi a capo di alcune liste civiche.