Coronavirus, Santelli: “Un 67enne di Catanzaro è positivo. Si attende conferma dall’Iss”

Se fosse confermato in Calabria ci sono tre casi accertati: il primo paziente di Cetraro, il secondo con il docente siciliano che insegna all'Università Mediterranea di Reggio e il terzo l'uomo di Catanzaro.

Carlomagno Jeep Compass Sett. 2020 Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb

pronto soccorso ospedale pugliese ciaccio“Un uomo di 67 residente a Catanzaro è risultato positivo al test Coronavirus effettuato oggi presso l’Ospedale Pugliese di Catanzaro dove si trova ricoverato nel reparto di Malattie infettive dalla sera del 2 marzo”. Lo fa sapere Jole Santelli, presidente della Regione Calabria.

“Il paziente – spiega – era stato, negli ultimi 10 giorni, in una località turistica del Nord, prossima alla cosiddetta “zona rossa”. Come previsto dal protocollo, il campione per il test di conferma è stato inviato all’Istituto Superiore di Sanità e si è ora in attesa della conferma”, conclude Santelli.

Se fosse confermato in Calabria ci sono tre casi accertati: il primo paziente dializzato di Cetraro, il secondo caso con il docente siciliano che insegna all’Università Mediterranea di Reggio Calabria e il terzo questo di Catanzaro.

“Abbiamo posti letto a sufficienza considerato che l’80% di questa patologia evolve come una semplice normale influenza, il 15% si risolve con qualche ausilio, e solo il 5% ha bisogno di cure intensive”. Lo ha detto il direttore generale del Dipartimento Tutela della Salute della Regione Calabria, Antonio Belcastro.

Il dg aggiunge che ci sono “11 terapie intensive tra i 7 ospedali spoke e i 4 hub. Nelle pneumologie i posti letto sono 68; 80 quelli delle malattie infettive”. Le persone in isolamento sono 61. Eseguiti 41 tamponi. Sono in corso alcuni test”, fa saper Belcastro.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb