Coronavirus, rinviata la prima seduta del Consiglio regionale. Callipo: “Bene”


palazzo campanella

E’ stata rinviata la prima seduta del nuovo Consiglio regionale della Calabria in programma per domani, lunedì 9 marzo. La decisione, assunta dal presidente dell’Assemblea uscente Nicola Irto è stata condivisa anche dal presidente Jole Santelli dopo il decreto d’urgenza del governo che limita anche le riunioni al fine di contenere il contagio da coronavirus. La riunione di domani doveva servire a eleggere il presidente di palazzo Campanella e l’ufficio di presidenza.

«In un momento così delicato per l’Italia, alla luce delle ulteriori misure emergenziali disposte nelle scorse ore dal Governo, non era opportuno fare finta di niente e celebrare come se niente fosse la prima seduta del Consiglio regionale», dichiara Pippo Callipo, consigliere regionale e già candidato della coalizione di centrosinistra alla Presidenza della Regione.

«Per questo – spiega – ho condiviso senza riserve la decisione concordata dal presidente del Consiglio regionale uscente Nicola Irto e dalla presidente della Regione Jole Santelli di rinviare la prima seduta dell’Assemblea di Palazzo Campanella che era in programma per lunedì 9 marzo».

«Si tratta di un doveroso segnale di serietà e di solidarietà verso i calabresi. In questa fase non mancherà da parte nostra la massima collaborazione nei confronti della presidente della Giunta regionale. È il momento in cui tutti dobbiamo restare uniti, dimostrarci responsabili e osservare le regole disposte da Governo e Regione per contenere il Coronavirus. Proteggiamoci e proteggiamo gli altri. Insieme ce la possiamo fare, l’Italia si rialzerà».

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb