Matrimoni di comodo e prostituzione, 5 arresti

Undici misure cautelari, di cui 5 ai domiciliari, è il bilancio di un'operazione della Polizia di Catanzaro. Al vertice dell'organizzazione c'erano due coniugi italiani e da una cittadina cinese

Carlomagno Lancia Ypsilon Novembre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB
blitz polizia carabinieri catanzaro
Archivio

La Squadra mobile di Catanzaro ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 11 persone, 7 delle quali ritenute appartenenti ad una associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina con l’organizzazione di matrimoni di comodo e produzione di documentazione falsa e altre 4 destinatarie di una seconda ordinanza ritenute gravemente indiziate del reato di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. L’inchiesta è coordinata dalla Procura di Catanzaro.

Le misure cautelari (5 indagati sono agli arresti domiciliari e per 6 c’è l’obbligo di dimora nel comune di residenza) costituiscono l’epilogo di un’attività investigativa avviata dopo la segnalazione di alcune pratiche sospette da parte dell’Ufficio Immigrazione della Questura, che segnalava l’utilizzo di certificazioni che riportavano il medesimo protocollo e quindi ritenute false. Al vertice dell’organizzazione c’erano due coniugi italiani e da una cittadina cinese.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB