Litiga per il parcheggio e colpisce il “rivale” con un’accetta, arrestato

Tragedia sfiorata a Vallefiorita, nel Catanzarese. Vittima un ventisettenne a cui stata spaccata la mandibola. L'aggressore è finito in manette per tentato omicidio.

Carlomagno Jeep Compass Sett. 2020 Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb

Ha litigato per il parcheggio dell’auto ma dopo un acceso diverbio con un giovane è andato a casa, ha preso un’ascia ed è tornato colpendo il “rivale” in pieno volto spaccandogli la mandibola. E’ successo stamani a Vallefiorita, centro del Catanzarese.

I carabinieri di Squillace hanno arrestato con l’accusa di tentato omicidio un 69enne del posto, B.A.V.  I militari sono stati chiamati, intorno a mezzogiorno, per la segnalazione di una aggressione in danno di un 27enne del posto.

Giunti sul luogo, i militari hanno trovato il giovane riverso a terra con una visibile ferita al volto. Già soccorso dai sanitari, il ventisettenne si è risvegliato dopo un iniziale svenimento dovuto al colpo.

Secondo quanto ricostruito, tutto è scaturito da una lite per futili motivi legati al parcheggio di una auto. A seguito dello scontro verbale tra i due, il 69enne era rientrato in casa, aveva preso una accetta e si era scagliato contro il giovane, colpendolo, fortunatamente con il lato piatto, spaccandogli comunque la mandibola.

Accorse altre persone per le urla,  l’uomo ha riposto in casa l’accetta e si è allontanato a bordo della propria auto. I Carabinieri di Squillace sono subito andati alla ricerca dell’uomo che dopo pochi minuti è stato fermato tra le strade del paese.

L’accetta è stata recuperata e posta sotto sequestro. Per l’aggressore è scattato l’arresto per tentato omicidio ed è ora in attesa dell’udienza di convalida.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb