Cancellata in Calabria la legge sui vitalizi per i consiglieri decaduti


Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb

Consiglio regionale Calabria

Il Consiglio regionale della Calabria ha approvato all’unanimità l’abrogazione della legge 5 del 26 maggio 2020 che dava la possibilità, anche ai consiglieri di cui fosse stata annullata l’elezione (i cosiddetti decaduti), di accedere alla contribuzione volontaria per potere poi ottenere il vitalizio.

La norma aveva scatenato polemiche e attacchi al Consiglio regionale accusato, da più parti, di avere reintrodotto forme di privilegio. “Così come con l’approvazione della legge regionale 5 del 26 maggio scorso, non avevamo reintrodotto i vitalizi – ha detto il presidente del Consiglio regionale, Domenico Tallini – con l’abrogazione della stessa legge che votiamo oggi, non li stiamo cancellando”.

Il voto è giunto al termine di un dibattito nel corso del quale sia gli esponenti della maggioranza sia quelli dell’opposizione hanno parlato di leggerezza e “scarsa qualità della comunicazione” tra Conferenza capigruppo e consiglieri. In molti, nel corso degli interventi, hanno stigmatizzato i ritardi nella costituzione delle Commissioni consiliari permanenti. (ansa)

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb