Dice di essere incinta ma nel “pancione” c’era droga, arrestata una ragazza

Carlomagno Lancia Ypsilon Novembre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB

Con un giubbino invernale ha realizzato un “pancione” per far credere di essere incinta, ma in realtà ci nascondeva buste di droga per oltre trecento grammi. A scoprire l’escamotage di una giovane catanzarese, è stata la Polizia durante un controllo, a conclusione del quale per R.C., una ragazza di 23 anni, sono scattate le manette per detenzione di droga ai fini di spaccio.

Con il supporto della squadra Volante e di un cane antidroga, gli agenti della Squadra mobile della questura catanzarese, si sono recati presso l’abitazione della giovane per effettuare una perquisizione volta alla ricerca di stupefacenti.

All’atto del controllo gli agenti hanno notato che la donna era agitata e, stranamente, indossava un giubbino invernale chiuso, giusticandosi di essere in dolce attesa. Una versione confermata dal compagno che ha riferito come la compagna fosse incinta di 2 mesi.

Ma gli investigatori, notato l’atteggiamento nervoso e sospetto della coppia, nonché dell’indumento invernale indossato dalla donna, non ci hanno creduto ed hanno approfondito il controllo, scoprendo che in realtà si trattava di una “finta pancia”, poiché addosso alla donna sono stati rinvenuti complessivamente tre buste di marijuana, di cui due contenenti quasi trecento grammi nascoste sotto il giubbino, mentre un’altra confezione contenente “erba”, per un peso di oltre 15 grammi, all’interno del reggiseno.

La donna, su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica di Catanzaro è stata posta agli arresti domiciliari in attesa della direttissima.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB