Tenta di rapinare connazionale e lo accoltella al volto, marocchino in cella


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Un 33enne di origine marocchina, noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dai carabinieri in flagranza con l’accusa di tentata rapina e lesioni personali gravissime poiché nella notte del 16 settembre, in piazza Mancini a Lamezia Terme, armato di coltello, ha sferrato un fendente contro un suo connazionale per sottrargli denaro e il telefono cellulare. Provvidenziale è stato l’intervento dei carabinieri della Compagnia di Lamezia che giunti tempestivamente sul posto hanno evitato ben più gravi conseguenze.

La vittima, colpita al volto, ha riportato una profonda ferita lacero contusa. Per l’aggressore il Giudice ha disposto, dopo la convalida dell’arresto, la custodia cautelare in carcere.

“Al fine di prevenire anche tali episodi di violenza, – spiega una nota dell’Arma – continua ininterrotta l’attività di controllo del territorio da parte dei Carabinieri della provincia di Catanzaro con il principale obiettivo di migliorare le condizioni di sicurezza generale anche attraverso un rafforzamento del legame con il cittadino realizzando un efficace servizio “di prossimità”. Proprio in tale ottica, con l’inizio del prossimo anno scolastico, saranno intensificati i servizi perlustrativi e preventivi nelle zone ed aree circostanti gli istituti scolastici”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM