E’ morto il commissario di Polizia Antonio Trotta. Fatale un’aneurisma cerebrale


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
Il commissario Antonio Trotta

E’ morto Antonio Trotta, il giovane commissario di Polizia all’anticrimine della Questura di Catanzaro, che domenica pomeriggio è stato colpito da un grave malore improvviso prima del mach tra i giallorossi e il Foggia, gara valevole per la serie C e dove l’agente era in servizio. Il dirigente di Polizia aveva appena 34 anni e lascia moglie e una figlia di 10 anni.

Trotta subito dopo il malore è stato dapprima soccorso dai suoi colleghi e dai sanitari, poi è stato trasferito con l’eliambulanza all’ospedale di Cosenza dove i medici lo hanno sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per un’aneurisma cerebrale.

Intervento apparentemente riuscito, ma nel decorso post-operatorio ci sono state evidentemente delle complicanze e dopo sei giorni di agonia purtroppo è deceduto.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER