Agguato a Lamezia, un morto e due feriti gravi


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
Piazza Borelli a Lamezia

Agguato di stampo mafioso, con un morto e due feriti gravi, stasera a Lamezia Terme. La vittima, raggiunta da numerosi colpi di pistola, è Luigi Trovato, di 52 anni, considerato dagli investigatori vicino ad ambienti di ‘ndrangheta.

Feriti in modo grave il fratello Luciano, di 37 anni, anch’egli noto alle forze dell’ordine, ed una terza persona, Pasquale D’Angela, di 34, che era in compagnia dei fratelli Trovato.

L’agguato è stato compiuto in piazza Borelli, nel centro cittadino. A sparare sarebbero state almeno due persone. Sul posto carabinieri e polizia, che stanno sentendo alcune persone che si trovavano sul posto nel momento dell’agguato.

Luigi Trovato, nel momento dell’agguato, era insieme al fratello Luciano ed a Pasquale D’Angela a bordo di un’automobile. La zona in cui è avvenuto il fatto è a poche decine di metri dal palazzo di giustizia.

I carabinieri, insieme alla polizia, stanno sentendo i titolari dei negozi che si trovano in piazza Porcelli, nel tentativo di acquisire informazioni sulla dinamica di quanto è accaduto.

Le due persone che hanno messo in atto l’agguato, secondo quanto si è appreso, potrebbero avere indossato dei passamontagna e si sono allontanate a bordo di un’automobile. Da quanto ricostruito entrambi i sicari erano armati di pistole.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER