Omicidio a Lamezia, si sono costituiti gli autori: “Reazione ad aggressione”


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Auto carabinieri

Due persone si sono costituite ai carabinieri dichiarando di essere state loro ad uccidere ieri sera a Lamezia Terme Luigi Trovato, di 52 anni, ed a ferire il fratello Luciano, di 37, e una persona che era insieme a loro, Pasquale D’Angela, di 34.

Secondo quanto è emerso dalle indagini, i responsabili avrebbero reagito ad un’aggressione ai loro danni da parte delle vittime.

I due hanno deciso di costituirsi perché braccati dai carabinieri, che li avevano identificati come i responsabili dell’omicidio e del duplice ferimento.

Le indagini svolte dai carabinieri, sotto le direttive della Dda di Catanzaro e con la collaborazione della Polizia di Stato, hanno consentito di appurare dinamica e movente dell’omicidio di Luigi Trovato e del duplice ferimento, escludendo che si sia trattato di un agguato, come si era ipotizzato in un primo tempo.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER