Segretario Fillea Cgil Calabria: “Basta rimandare Ospedali della Sibaritide e di Vibo”

Simone Celebre: "Chiediamo al presidente della Regione Calabria che riveste il ruolo anche di commissario alla Sanità, Roberto Occhiuto, di attivarsi immediatamente alla risoluzione di questi problemi e far sì che i due ospedali vengano realizzati nel più breve tempo possibile"

Carlomagno

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE
 
SEGUICI SUI SOCIAL
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)
Simone Celebre, segretario generale Fillea Cgil Calabria

“Nuvoloni neri si addensano sulla realizzazione degli ospedali di Vibo Valentia e della Sibaritide. La Calabria e i calabresi, considerata la drammatica situazione sanitaria che sono costretti a sopportare, certamente non possono accettare che la realizzazione di queste due importanti infrastrutture sanitarie possa continuare a essere rimandata alle calende greche. Dalle notizie in nostro possesso, infatti, sembra che, sia per quanto riguarda la realizzazione dell’ospedale di Vibo e sia per la realizzazione dell’Ospedale della Sibaritide, negli ultimi giorni, siano sorti alcuni problemi che possono allontanare sine die la loro costruzione. Chiediamo perciò al presidente della Regione Calabria che riveste il ruolo anche di commissario alla Sanità, Roberto Occhiuto, di attivarsi immediatamente alla risoluzione di questi problemi e far sì che i due ospedali vengano realizzati nel più breve tempo possibile. Per quanto riguarda l’intricata vicenda della realizzazione del nuovo ospedale di Vibo sembra che nemmeno l’audizione, richiesta dai consiglieri regionali di minoranza Antonio Lo Schiavo e Raffaele Mammoliti, del commissario dell’Asp di Vibo, Giuseppe Giuliano, e del direttore sanitario Matteo Galletta, in seno alla commissione consiliare regionale “Sanità”, abbia contribuito a fare chiarezza, anzi tutt’altro. Il nuovo ospedale di Vibo è una struttura che le popolazioni di quella zona aspettano da quasi quattro lustri il cui iter, fino a oggi, come è noto a tutti, è stato caratterizzato da ritardi, sequestri e vicende giudiziarie, finanche da problematiche di natura idrogeologica. Una situazione inquietante e imbarazzante che merita, da parte delle istituzioni competenti (la Regione) una maggiore chiarezza e, soprattutto, trasparenza sui tempi di realizzazione. Anche per quanto riguarda la realizzazione dell’ospedale della Sibaritide la situazione non è per nulla rosea. Nel corso dell’ultima riunione operativa indetta dal Prefetto di Cosenza, Vittoria Ciaramella, sullo stato d’avanzamento dei lavori del nuovo ospedale della Sibaritide, a cui ha partecipato, tra gli altri, anche il presidente della regione Calabria, Roberto Occhiuto, è emersa, in tutta la sua gravità, la necessità di rivedere e adeguare i prezzi del progetto. Una situazione che ha portato, negli ultimi tempi, a un rallentamento dei lavori da parte dell’azienda aggiudicatrice e che, a breve, potrebbe tramutarsi in un blocco. Perciò auspichiamo che gli Uffici regionali e l’azienda appaltatrice dei lavori si incontrino al più presto per individuare le soluzioni possibili al necessario adeguamento dei prezzi del progetto anche alla luce degli aumenti registratisi ultimamente”.

Simone Celebre, Segretario Generale Fillea Cgil Calabria