Fumogeni e petardi in campo. Daspo per 5 tifosi e un calciatore

Carlomagno campagna novembre 2018

Daspo cosenza

Il questore di Cosenza, Luigi Liguori, ha emesso sei Daspo nei confronti di cinque tifosi e di un calciatore.  I provvedimenti riguardanti i tifosi sono accaduti a Cosenza nello stadio San Vito tra gennaio scorso ed il mese corrente.

Quattro sono stati determinati dall’utilizzo di fumogeni ed uno da invasione di campo.
Il calciatore sanzionato col Daspo milita nel Cariatis. Il 10 gennaio scorso, dopo essere stato espulso nel corso dell’incontro col Real Terranova da Sibari, disputatosi a Cariati, ha colpito con un pugno al volto il giocatore avversario nei confronti del quale era stato adottato lo stesso provvedimento. Tutti i Daspo emessi dal Questore di Cosenza hanno la durata di un anno.

In relazione ad alcuni episodi – spiega nel dettaglio la Questura – verificatisi in occasione di incontri di calcio, disputatisi presso il locale Stadio San Vito Gigi Marulla, e presso il campo sportivo comunale di Cariati (Cosenza), al termine di attività d’indagine svolte dalla Polizia di Stato, il Questore di Cosenza Luigi Liguori, ha emesso una serie di  provvedimenti Daspo, alcuni già notificati ai destinatari altri in corso di notifica, tesi a precludere l’accesso presso le strutture sportive, nei confronti di talune persone per le quali è stata accertata la personale responsabilità in merito ad alcune situazioni accertate.

In particolare, durante l’incontro di calcio “Cosenza – Catanzaro” disputatosi presso il campo sportivo “San Vito Gigi Marulla” il 14 febbraio 2016, nel settore “curva sud” riservato ai tifosi locali, A.L. di anni 44, deteneva ed utilizzava un fumogeno, pertanto l’8 marzo 2016 veniva emesso provvedimento Daspo della durata di un anno.

Analogo provvedimento, per la durata di un anno, è stato emesso a carico di M.M. di anni 36, il quale, durante la partita “Cosenza-Catanzaro” disputatasi presso lo stadio “San Vito Gigi Marulla” il 14 febbraio 2016, nel “settore curva sud” riservato ai tifosi locali, deteneva ed utilizzava un fumogeno;

Inoltre, sempre nelle stesse circostanze dell’incontro “Cosenza-Catanzaro” del 14.02.2016, nel “settore ospiti” B.W. di anni 44 deteneva, accendeva e lanciava un fumogeno che deflagrava sulla pista di atletica limitrofa al rettangolo di gioco, a carico dello stesso in data 8 marzo 2016 emesso provvedimento di un anno.

Daspo per lo stesso periodo di interdizione è stato emesso il 02 marzo 2016 a carico di S.S. di anni 25, il quale durante la partita “Cosenza-Catania” disputatasi allo stadio “San Vito Gigi Marulla” di Cosenza in data 23.01.2016, nel “settore riservato ai tifosi ospiti” deteneva accendeva e lanciava un fumogeno/petardo, che deflagrava sulla pista di atletica delimitante il rettangolo di gioco.

Altro provvedimento emesso in  data 02.03.2016 a carico di E.F. di anni 27 perché lo stesso, al termine della partita “Cosenza-Como” disputatasi presso lo stadio “San Vito Gigi Marulla”, dal “settore curva sud” riservato ai tifosi locali, scavalcava la recinsione invadendo il rettangolo di gioco.

Provvedimento, della durata di un anno è stato emesso in data 02.03.2016 a carico di B.F. giocatore della squadra “I Cariatis”, il quale durante l’incontro di calcio “I Cariatis-Real Terranova da Sibari”, disputatosi in data 10 gennaio 2016 sul campo sportivo di Cariati, veniva espulso, unitamente ad altro giocatore della squadra ospite, e dopo l’espulsione provocando l’altro giocatore, lo colpiva altresì con un pugno al volto.