Cosenza, usura a tassi del 400%. Un arresto è un obbligo di firma


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Usura La Guardia di finanza di Montegiordano, coadiuvata dai carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro, ha stroncato un giro di usura, con tassi d’interesse che arrivavano in alcuni casi anche al 400% l’anno, eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di una persona, Francesco Ugolini, ed un obbligo di firma per Giuseppe Ugolini, nipote di Francesco.

I provvedimenti sono stati emessi dal Gip di Castrovillari su richiesta della Procura della Repubblica. Secondo l’accusa, l’organizzazione di usurai agiva, soprattutto, nella zona di Trebisacce estendendo i suoi tentacoli all’intera area della Sibaritide.

L’indagine era stata avviata nel 2014 sulla base della denuncia presentata da una delle vittime di usura. A Francesco Ugolini ed al nipote vengono contestati, a vario titolo, i reati di usura, estorsione e favoreggiamento.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER