Controlli CC a Rende e Montalto, un arresto e due denunce


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
Controlli CC a Rende e Montalto, un arresto e due denunce
La Compagnia Carabinieri di Rende

I carabinieri della Stazione di Rende, hanno rintracciato e arrestato un 34enne reggino, domiciliato a Rende, sul conto del quale pendeva un ordine di carcerazione per espiazione pena per reati di “truffa e falsità materiale” commessi a Reggio Calabria nel 2010. L’arrestato, concluse le formalità di rito, è stato accompagnato presso la propria abitazione in regime di detenzione domiciliare.

Sempre ieri a Montalto Uffugo, i militari della Stazione Carabinieri di Montalto Uffugo, unitamente a unità cinofile di Vibo Valentia, deferivano in stato di libertà un 49enne cosentino per “detenzione ai fini di spaccio di sostante stupefacenti”. Nel corso della perquisizione domiciliare a carico del predetto venivano complessivamente
rinvenuti, occultati in diversi punti dell’abitazione, 150 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” e un bilancino di precisione.

A Rende, militari dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Rende, hanno denunciato in stato di libertà un 37enne cosentino per “detenzione ai fini di spaccio di sostante stupefacenti”. Anche in questo caso, durante una perquisizione personale e domiciliare a carico dell’uomo sono state trovate complessivamente, nascosti addosso e in diversi punti dell’abitazione, 35 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” e un bilancino di precisione.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER