Nevica a Cosenza, mercoledi scuole chiuse in città e a Rende

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Neve Cosenza (Archivio 19 febbraio 2016)
Neve Cosenza (Archivio 19 febbraio 2016)

I primi fiocchi di neve stanno cadendo a Cosenza. La nevicata è debole e sta interessando tutta l’area urbana. La precipitazione nevosa dovrebbe durare, secondo le previsioni, fino a mercoledì. Giovedì dovrebbe tornare alla normalità.

Tetti imbiancati anche a Rende, Castrolibero e Montalto. Neve debole in molti altri comuni della provincia. Diffuse gelate possono verificarsi nella notte. Le autorità consigliano massima prudenza se si è in viaggio.

Non si registrano, al momento, particolari disagi alla circolazione. I sindaci di Rende, Marcello Manna, di Cosenza Mario Occhiuto, e Castrolibero Giovanni Greco hanno disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per mercoledì 11 gennaio 2016.

Eventuali proroghe delle ordinanza saranno comunicate dai sindaci in base all’evolversi della situazione e su allerta della Protezione civile che ha pubblicato oggi previsioni meteorogiche avverse.

“Dalla sera di martedì 9 gennaio 2017, e per le successive 24-36 ore si prevede il persistere di nevicate sopra i 200-400 metri con quota neve in graduale aumento, con apporti al suolo deboli. La persistenza di temperature molto basse determinarà ancora diffuse gelate”, è scritto nel bollettino. 

Pronti a intervenire in caso di emergenza, Protezione civile, Vigili del fuoco e forze dell’ordine in tutte le sue articolazioni. Obbligo di catene a bordo o pneumatici da neve sull’A2 (ex Salerno Reggio Calabria) e sulle arterie montane (Silana-Crotonese). Mezzi spargisale sono al lavoro all’altezza di Rogliano e sul Savuto verso Falerna – punti critici dell’autostrada dove potrebbero esserci disagi – nonché dopo Sibari al confine conla Basilicata. La Prefettura di Cosenza segue l’evolversi della situazione.

 

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM