Padre Fedele: “Sono innocente ma non posso dire messa. Perché?”

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Padre Fedele: "Sono innocente ma non posso dire messa
Padre Fedele Bisceglia ai tempi delle sue battaglie in tribunale

“Sono passati 11 anni dal mio arresto, e io sono innocente, dichiarato tale anche dalla magistratura. Ma io non dico più messa, e non so perché. La responsabilità cade dunque sulla Chiesa cosentina e su chi mi ha diabolicamente infamato”.

Lo dice Padre Fedele Bisceglia, che proprio 11 anni fa venne arrestato e solo dopo una lunga battaglia legale, che lo vide anche, dapprima, condannato, riuscì a dimostrare la sua innocenza dall’accusa di aver abusato sessualmente di una suora. “Io sono tranquillo e sereno, e continuo a pregare per chi mi ha crocifisso – dice l’ex frate – ma questo è un massacro: chi ne è responsabile ne renderà conto a Dio. Io perdono tutti”.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM