Lutto nel Pd di Cosenza, muore Mario Bafaro, “ombra” di Carlo Guccione

Carlomagno Jeep Renegade Ottobre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB
Mario Bafaro
Mario Bafaro (Fb)

Grave lutto nel Pd cosentino. È morto martedì mattina, all’età di 39 anni, Mario Bafaro, ex segretario di circolo cittadino e storico collaboratore del consigliere regionale Carlo Guccione.

Ancora da accertare le cause della morte. Dalle prime informazioni, sembrerebbe che il dirigente dem sia stato colpito da infarto fulminante.

Bafaro aveva militato nella sinistra giovanile e da anni era uno dei collaboratori più stretti fidati di Carletto Guccione. Attualmente ricopriva il ruolo di capostruttura del consigliere del Pd.

Era un uomo molto apprezzato dai colleghi di partito e dalla miriade di amici che aveva, ma anche stimato in altri ambienti politici. Bafaro era animato da grande passione politica. Il suo era un impegno che svolgeva dietro le quinte senza mai tirarsi indietro in situazioni che richiedevano grandi sforzi pur di ottenere il massimo dei risultati. Al costo di “sacrificare” la famiglia.

Per Guccione, Bafaro rappresentava la sua “ombra”. E’ stato determinante in molte sfide dell’ex assessore regionale, ultima delle quali la volata per le amministrative di Cosenza dove il consigliere regionale concorreva per la carica di sindaco dopo l’abbandono di Presta. Una candidatura spuntata nelle ultime ore quando tutto era “pronto” per il manager dei vip. Il dirigente democratico lascia moglie e figli.

La notizia della sua morte ha scosso profondamente tutto il partito a Cosenza e in regione dove Mario Bafaro era molto conosciuto. Un lutto che segue quello di Luigi Cortese, altro giovane e brillante dirigente dem di San Fili.

Il Cordoglio di Ernesto Magorno, segretario del Pd calabrese: “Il Pd Calabria esprime un sentimento di cordoglio e commozione per la scomparsa prematura di Mario Bafaro, capostruttura del consigliere regionale Carlo Guccione e giovane dirigente che al partito ha sempre dato tanto spendendosi in una militanza appassionata e sincera”, afferma il deputato.

“Nella sua purtroppo breve esperienza – ha aggiunto Magorno – è riuscito a coltivare il buon seme dell’impegno politico e di un grande spirito di appartenenza alla comunità democratica. Il Pd tutto abbraccia idealmente i suoi familiari, il consigliere regionale Guccione e tutti coloro che hanno incrociato il suo sguardo mite. Un caro saluto, Mario”.

 

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB