Cosenza, Fiera di San Giuseppe: attenti ai ladri e ai soldi falsi

Carlomagno Jeep agosto 18

Fiera di San Giuseppe CosenzaIniziata la Fiera di San Giuseppe a Cosenza, inizia a muoversi qualche furfante in cerca di piccoli e grandi affari. E, come sempre, circolano lamentele postume sulla presenza di ladri e spacciatori di soldi falsi al mercato. Per le banconote solo le forze dell’ordine, dotate di appositi strumenti (o tatto), possono verificare. Tuttavia, è sempre meglio aprire gli occhi e stare attenti nei pagamenti che si effettuano.

In fiera è un casino ed è possibile che qualche lestofante pur di riciclare denaro falso approfitti dell’ammuina per dare resto in falso. Nella confusione che c’è è difficile fare dei controlli, anche perché chi non è avvezzo al “maneggio” raramente se ne accorge talmente è buona la fattura. I tagli di banconote false più utilizzati sono i 20 e i 50 euro, ma è possibile che vi rifilino anche i tagli da 10.

Quindi è consigliabile utilizzare denaro di piccolo taglio, come i 5 euro o le monete. Potrebbe succedere che se si paga con 50 euro, ad esempio, il commerciante disonesto, o chi per lui, potrebbe far finta di non avere resto e chieda al cliente di attendere. Al suo ritorno, potrebbe restituirvi denaro farlocco con il rischio di rimetterlo in circolazione e beccarsi una bella denuncia per spendita di denaro falso. In caso di dubbi, chiamare subito le forze dell’ordine. Se si paga invece con denaro contato ciò non succede o si limita il danno.

Stare sempre attenti anche ai borseggi. La Fiera di San Giuseppe, come ogni luogo affollato è il posto ideale per ladri di ogni specie. La cosa migliore sarebbe uscire senza borse e portafogli, (con il denaro in tasca) ma se proprio non se ne può fare a meno, le donne dovrebbero evitare di tenere la borsa a spalle con la lampo rivolta dietro. Per gli uomini, portafogli nella tasca davanti o all’interno delle giacche con il “lucchetto”…Dunque, occhi sempre aperti. Ci sono in giro ladri “prestigiatori” che riescono a sfilarvi l’orologio senza che ve ne accorgiate, figurarsi il contenuto di una borsa, un cellulare o un portafogli.