Metropolitana leggera di Cosenza, Oliverio scrive a Occhiuto

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Occhiuto Cosenza che verra metropolitanaIl presidente della Regione Mario Oliverio ha scritto al sindaco di Cosenza Mario Occhiuto, relativamente al recente incontro svoltosi nella sede della Presidenza della Giunta regionale e finalizzato al perfezionamento dell’accordo di programma per la “realizzazione di un sistema di collegamento metropolitano tra Cosenza, Rende e Università della Calabria”, da sottoscriversi, per come prescritto dalle leggi in materia.

A tale incontro “lei non ha inteso partecipare – ha scritto Oliverio – e non è stato pertanto possibile procedere alla sottoscrizione dell’accordo stesso, nonostante la concorde volontà manifestata dai legali rappresentanti di tutti gli altri enti coinvolti, presenti in quella sede.

Questa Presidenza, previa trasmissione a codesta Amministrazione della bozza di accordo, pure frutto di pregresse interlocuzioni, ha rivolto invito pubblico alla signoria vostra per giungere alla firma del medesimo accordo ovvero per far pervenire le proprie finali determinazioni al riguardo, avendo peraltro pubblicato l’ipotesi di accordo sul sito ufficiale della Regione Calabria nella stessa data del 27 febbraio; con rammarico abbiamo dovuto registrare come non sia stato dato alcun formale riscontro in merito”.

Oliverio, infine, sottolinea l’urgenza di giungere ad una definizione della procedura “anche in relazione agli obblighi sussistenti con il soggetto aggiudicatario”, e rinnova “l’invito a voler comunicare quanto prima la disponibilità all’incontro per la chiusura e sottoscrizione dell’Accordo ovvero la propria diversa finale determinazione in merito, dovendosi precisare che, in difetto, non potremo esimerci dall’assumere le conseguenti decisioni ed iniziative in conformità alla legge ed all’interesse pubblico”.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM