Cosenza, ingoia ovuli di eroina: arrestato (e salvato da finanzieri e medici)


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

guardia di finanza drogaCOSENZA – Ha con sé, mentre viaggia in automobile, alcuni ovuli di eroina ed alla vista dei finanzieri, per evitare l’arresto, li ingoia, rischiando di morire.

L’uomo, proveniente da una località del Casertano e fermato ad un posto di blocco lungo l’autostrada, è stato portato in ospedale, dove i medici gli hanno estratto dallo stomaco gli ovuli che aveva ingerito, salvandogli così la vita.

Lo spacciatore di droga era stato bloccato dai finanzieri del Comando provinciale della Guardia di finanza all’altezza dello svincolo autostradale di Cosenza nell’ambito dei quotidiani controlli antidroga.

Alla vista dei finanzieri, l’uomo, colto da un forte stato di agitazione, li ha avvertiti che aveva ingerito gli ovuli contenenti l’eroina. Da qui il suo immediato trasferimento in ospedale ed il suo contestuale arresto con l’accusa di detenzione illegale a fine di spaccio di sostanze stupefacenti.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM