Espulso dall’Italia, si presenta all’ufficio immigrazione: arrestato

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Ufficio immigrazione polizia cosenzaCOSENZA – Giovedì mattina, personale della Polizia di Stato in servizio presso l’Ufficio immigrazione della Questura di Cosenza ha arrestato il cittadino albanese Enkel Qose, 34 anni,  perché ritenuto responsabile della violazione del divieto di reingresso nel territorio nazionale, come da provvedimento emesso a suo carico dal Questore di Cosenza.

Il 16 settembre 2015, all’uomo era stato notificato un decreto prefettizio di espulsione e, nella stessa data, il Questore di Cosenza aveva imposto a Qose l’obbligo di lasciare il territorio italiano.

A seguito dei provvedimenti, così come prevede la normativa vigente in materia di immigrazione, a Enkel Qose era inibito il reingresso nel territorio nazionale per cinque anni.

Nonostante il divieto imposto, nella mattinata di ieri l’albanese si è presentato presso lo sportello dell’Ufficio immigrazione della Questura di Cosenza. Dagli accertamenti effettuati dagli agenti è emersa la violazione compiuta, quindi per Enkel Qose sono scattate le manette.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER