Rende, un arresto e due denunce per tentata e estorsione e ricettazione

Carlomagno campagna Nuovo Stelvio 10 Maggio 2018
La caserma dei carabinieri della compagnia di Rende
La caserma dei Carabinieri della Compagnia di Rende

I carabinieri della stazione di Torano Castello, hanno arrestato un 36enne di Napoli in ottemperanza a un ordine di carcerazione emesso dal tribunale partenopeo. Il trentaseienne è accusato di tentata estorsione aggravata commessa a Napoli nel marzo 2015.

I militari, dopo aver notificato al giovane il provvedimento, che dispone la reclusione di anni 3 e mesi 6 lo hanno tradotto presso la casa circondariale di Cosenza.

I militari delle stazioni carabinieri di Rose e Luzzi, hanno denunciato in stato di libertà un 40enne di nazionalità rumena per i reati di “Porto di chiavi alterate e grimaldelli e ricettazione”. Gli uomini dell’Arma nel corso della perquisizione personale e veicolare hanno rinvenuto attrezzi da scasso, un passamontagna e un’autoradio provento di furto.

Dai successivi accertamenti è emerso inoltre che l’autovettura era priva di assicurazione. Al quarantenne è stato proposto per il Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno per anni 3 nei comuni di Luzzi, Rose e Bisignano. Il mezzo e il materiale rinvenuto sono stati sottoposti a sequestro.

A Lattarico è stato invece denunciato in stato di libertà un 45enne cosentino di per il reato di “ricettazione”. I militari del posto, nel corso di perquisizione domiciliare hanno rinvenuto un motocoltivatore completo di cassone, fresa ed aratro e una motopompa oggetto di furto a Lattarico nel mese di agosto. La refurtiva veniva restituita ai legittimi proprietari.