Controlli dei carabinieri, sfilza di denunce a Rende

Carlomagno Alfa Romeo Giulia giugno 2018
Controlli CC a Rende e Montalto, un arresto e due denunce
La Compagnia Carabinieri di Rende

I carabinieri della Compagnia di Rende nelle ultime ventiquattro ore, nel corso di serrati controlli del territorio hanno denunciato 5 persone per svariati reati e segnalato alla prefettura e in procura altri soggetti.

L’episodio più grave a Lattarico dove i militari del posto hanno denunciato a piede libero un 37enne cosentino, titolare di un azienda di rivendita e distribuzione gas, per il reato di “frode nell’esercizio del commercio”.

I militari operanti fermavano l’autocarro di proprietà della ditta che trasportava 5 bombole, tutte con sigilli falsi, riempite con Gpl per uso domestico, riportanti il marchio di un’altra importante ditta di distribuzione gas, destinate alla vendita porta a porta.

Dalle prime verifiche, effettuate sul posto, emergevano alcune anomalie sulla documentazione di trasporto. I successivi accertamenti consentivano di appurare che le bombole, erano state indebitamente trattenute come vuoti a rendere e pericolosamente riempite presso la ditta del 37enne, per poi essere trasportate e rivendute senza alcun sigillo di garanzia. Le ulteriori verifiche consentivano di accertare che tutte le bombole presentavano un sotto carico medio di oltre 1 kg e pertanto venivano poste sotto sequestro.

I militari dell’Aliquota radiomobile del Nucleo operativo di Rende nel corso di controlli stradali hanno invece denunciato per il reato di “Guida in stato di ebbrezza” tre persone un 26enne di Acri; una donna di 30 anni di Mendicino e un 40enne cosentino, denunciato anche per il reato di “Porto di chiavi alterate e grimaldelli” poiché, a seguito di perquisizione personale e veicolare, veniva trovato in possesso di arnesi da scasso e uno “spadino”, in genere usato per rubare automobili.

I tre automobilisti, controllati dai militari a Rende, nella nottata, alla guida delle rispettive autovetture, sottoposti ad accertamento etilometrico risultavano con un tasso alcolemico nel sangue superiore ai limiti consentiti dalla legge. Le patenti di guida venivano immediatamente ritirate e le autovetture affidate a persone idonee alla guida.

Un 31enne di nazionalità rumena residente a Messina è stato invece deferito per il reato di “inosservanza del foglio di via Obbligatorio”. L’uomo è stato visto circolare a Rende incurante del divieto emesso dalle autorità a non farci ritorno per tre anni.

Sono state segnalate alla prefettura di Cosenza 4 persone di Rende come consumatori di sostanze stupefacenti. Si tratta di 4 giovani tra i 17 e i 25 anni, che a seguito di perquisizione personale effettuate anche con l’ausilio dei cani antidroga del reparto cinofili di Vibo, sono stati trovati con 8 grammi complessivi di marijuana e 1 grammo di cocaina.

Segnalato infine un 31enne di nazionalità nigeriana, domiciliato a Pedivigliano, per accattonaggio e intralcio alla circolazione stradale. In via della Resistenza, a Rende, i militari accertavano che il trentunenne mendicava in modo molesto in prossimità dei semafori, creando intralcio e pericolo alla circolazione stradale. All’uomo veniva elevata la sanzione amministrativa di 25 euro.

Nel corso dello stesso servizio sono stati controllati 100 autoveicoli; identificate 193 persone; eseguite 11 perquisizioni personali e veicolari; ed elevate 5 sanzioni per infrazioni al Codice della strada.